Tutti gli articoli di Partito Democratico VCO

Si raccolgono le adesione per Veltroni segretario

image Parte anche nel Vco il lavoro per sostenere nel Vco la candidatura di Walter Veltroni a segretario nazionale del nuovo Partito Democratico.
Chiunque volesse farlo può risponderci inviando all’indirizzo email dsfedvco@tin.it il proprio nome e cognome, indirizzo di residenza e contatti telefonici ed, eventuale, carica ricoperta (politica, istituzionale, sociale, del volontariato ecc).
Ovviamente questa raccolta di adesioni sarà poi resa pubblica nei prossimi giorni per sostenere la candidatura di Veltroni. Chi volesse potrà poi contribuire in maniera diretta al lavoro del comitato per Veltroni segretario e per far si che il 14 ottobre sia una grande giornata di partecipazione popolare per la costruzione del nuovo Partito Democratico.
Tra le prime adesioni i consiglieri regionali Aldo Reschigna e Marco Travaglini, il Presidente della Provincia del Vco Paolo Ravaioli, gli assessori provinciali Gianni Desanti, Diego Caretti e Lilliana Graziobelli, il segretario provinciale dei Ds del Vco Alberto Nobili,il segretario provinciale della Sinistra Giovanile Marco Tartari … e molti altri…
Aspettiamo il vostro contributo.

Più risorse all'asl'14 dalla Giunta Bresso

image In questi giorni , sia pur in presenza di difficoltà oggettive legate ad assenze di personale, alcune prese di posizione da parte di esponenti politici del centro destra hanno cercato di trasmettere un messaggio di disattenzione da parte della Regione nei confronti della nostra Asl chiamata unicamente a contenere i costi a discapito dei servizi.
Ma in questi giorni , ed in modo particolare lunedì 30 luglio la Giunta Regionale ha approvato il riparto dei fondi per le Aziende Sanitarie della nostra Regione per il 2007 ed il piano pluriennale dei trasferimenti sino al 2010.
Facciamo parlare i dati prima di svolgere alcune considerazioni .I trasferimenti della Regione alla nostra Asl sono stati i seguenti:
anno 2003 216.781.351 Euro;
anno 2004 235.000.000 Euro;
anno 2005 249.513.353 Euro;
anno 2006 260.290.665 Euro.
In quegli anni la nostra Asl ha accumulato notevoli perdite dovute dal divario tra i reali costi dei servizi e i trasferimenti avuti dalla Regione .
La attuale amministrazione Regionale ha assunto provvedimenti di copertura delle perdite sino al 31.12.2004 per complessive Euro 57.220.516 ed ha coperto gran parte delle perdite degli esercizi 2005 e 2006 con ulteriori trasferimenti che ammontano ad Euro 22.938.949 per l’anno 2005 e di Euro 19.014.864 per l’anno 2006.
Questa è la situazione che attiene al passato che possiamo certamente riassumere con la seguente affermazione :

poche le risorse trasferite dall’ Amministrazione Regionale di centro destra e certamente insufficienti per le reali esigenze dei servizi della nostra azienda ;
impegno rilevante da parte di questa Amministrazione Regionale a copertura delle perdite accumulate nel passato ed a quasi totale copertura delle perdite per l’anno 2006.
La deliberazione della Giunta Regionale di lunedì scorso fissa i trasferimenti per l’anno 2007 e per tutti gli anni successivi sino al 2010 e questa delibera contiene due elementi di grande novità rispetto al passato :

vengono per tempo comunicate al Direttore Generale i trasferimenti sino al 2010 , garantendo così una certezza pluriennale delle risorse ;
viene richiesto ai Direttori Generali di raggiungere entro il 2010 il pareggio economico dei propri Bilanci, anche attraverso la redazione di piani di requilibrio e riqualificazione annuali e pluriennali.
Quali sono le cifre in campo.

anno 2007 Euro 279.413.106 .
anno 2008 Euro 311.660.788;
anno 2009 Euro 317.153.032;
anno 2010 Euro 325.198.689.
Va precisato che l’entità dei trasferimenti per l’anno 2007 è influenzata dal fatto , che non essendo a conoscenza dell’entità dei rinnovi contrattuali , la spesa autorizzata ed i relativi trasferimenti non tengono conto dei costi dei rinnovi contrattuali che invece sono considerati nei trasferimenti a partire dal 2008.
Saremo ricchi ?
Non è questo il ragionamento che vogliamo evidenziare , ma certamente appartiene alla realtà , ed è un dato non contestabile , che anche per la nostra Azienda Sanitaria la attuale Amministrazione Regionale ha provveduto alla copertura delle perdite accumulate negli anni precedenti ed ha concretamente definito trasferimenti maggiori ed in modo significativo , rispetto al passato .
Questo consente di potere organizzare adeguatamente i servizi , raggiungere livelli di pareggio economico entro il 2010 e affrontare il tema dei servizi della loro efficacia e della loro qualità.
Le parole a volte riescono a trasmettere messaggi alterati rispetto alla realtà , i dati rappresentano invece qualcosa che non può essere stravolto.
I consiglieri regionali Ds Aldo Reschigna e Marco Travaglini

La Festa de l'Unità a Villadossola fa sessanta!

image Per il 60º anno si organizza a Villadossola la Festa de L’Unità.
Dal 3 al 19 Agosto, tutte le sere presso la Lucciola di Villadossola si svolgerà questo importante appuntamento, ancora una volta una Festa inserita nel circuito Nazionale, legata al tema della Montagna.Come al solito molte le iniziative politiche, culturali, sportive (gare ciclistiche e torneo beach volley), e poi buona musica, concerti e spettacoli che si uniscono alla tradizionale ottima cucina (con tre ristoranti) e al buon bere con diversi punti di ristoro tra cui il rinomato Piano Bar.
Segnaliamo le principali iniziative politiche

· Venerdì 3 agosto, ore 20.00 – Apertura ufficiale della festa. "Il Partito Democratico: un nuovo partito, una nuova forma organizzata e i costi della politica", incontro con Ugo Sposetti, tesoriere nazionale dei Democratici di Sinistra.

· Lunedì 6 agosto, ore 20.00 – “Verso il Partito Democratico”. Incontro con il Sen. Enrico Morando,

· Venerdì 10 agosto, ore 20.00 – “La Provincia e il territorio: ruolo e rapporti tra l’Amministrazione provinciale e il territorio del Vco”. Saranno presenti il presidente della provincia Paolo Ravaioli,

· Giovedì 16 agosto, ore 20.00 – “l’impegno della regione Piemonte per le politiche per la Montagna”. Incontro con Bruna Sibille, assessore alla montagna regione Piemonte.

· Venerdì 17 agosto, ore 20.00 – “Energie rinnovabili e risparmio energetico: le cose fatte e le cose da fare”. Incontro con Nicola De Ruggiero, assessore all’ambiente regione Piemonte. Partecipa.

http://www.dsvilladossola.it

Approvata la legge a sostegno dei piccoli comuni!

image Il Consiglio Regionale ha approvato la legge che introduce misure di sostegno a favore dei piccoli comuni. Una realtà importante, che rappresenta quasi il novanta percento ( 1078 su un totale di 1206 Comuni) delle municipalità della regione, con una popolazione residente pari a circa il trenta per cento dei piemontesi. Una realtà che trova conferma nel VCO, con 71 comuni su 77 sotto la soglia dei cinquemila abitanti. Spesso, le ridotte dimensioni demografiche hanno generato difficoltà, specie nel garantire l’esercizio delle loro funzioni.Ecco dunque, per rispondere a quest’esigenza,il sostegno finanziario della Regione, prioritariamente ai comuni con popolazione pari od inferiore a mille abitanti che recano evidenti situazioni di marginalità socio-economica o infrastrutturale, attribuendo a quest’ultimi un contributo annuale, in virtù della situazione di maggior disagio accertata. Un modo per evidenziare che la realtà dei piccoli comuni è tutta uguale: situazioni di forte disagio convivono, spesso, con vere e proprie aree di eccellenza. Così, il concetto di marginalità socio-economica ed infrastrutturale, sarà “misurato” sulla base di specifici indicatori (economici, finanziari, sociali, territoriali, demografici) individuati dalla Giunta regionale. E sulla base di questo “metro”verrà destinato un contributo annuale ai comuni che risultano in situazione di disagio. Come? Ridurre i fenomeni di spopolamento e di abbandono del territorio nei piccoli comuni, procedendo alla stipulazione di accordi con i soggetti erogatori di servizi di pubblica utilità, assicurando l’efficienza e la qualità dei servizi pubblici essenziali e di particolare interesse per la collettività. Viene anche introdotta una procedura semplificata per la rendicontazione dei contributi di importo non superiore a ventimila euro erogati ai piccoli comuni e si determina il principio secondo il quale, qualora la Regione intenda prevedere un onere di cofinanziamento a carico del bilancio dei piccoli comuni, singoli o associati, con popolazione pari o inferiore a mille abitanti, la misura massima a loro carico non può superare il dieci per cento dell’importo complessivo dell’intervento ammesso a contributo, proprio in considerazione delle ridotte risorse economiche disponibili. E, con il riordino normativo di tutte le disposizioni regionali vigenti che coinvolgono i piccoli comuni, saranno introdotte nuove ed ulteriori disposizioni di sostegno per lo sviluppo di quei territori, accompagnandole con aggiuntive misure di semplificazione. Per favorire il riequilibrio insediativo e il recupero dei centri abitati nelle piccole realtà montane, sono previste forme di incentivazione finanziaria, riferite in particolare alle spese di trasferimento ed al recupero del patrimonio edilizio esistente, a favore di coloro che trasferiscono la loro residenza e dimora abituale o la sede di effettivo svolgimento della propria attività economica da un comune non montano ad un comune montano con popolazione inferiore a mille abitanti, impegnandosi a non modificarla per un decennio. Analogamente, a sostegno delle attività commerciali nei piccoli più marginali e con meno abitanti, si prevede l’attivazione di agevolazioni tributarie e interventi volti al sostegno di queste attività. Per il 2007, a sostegno di queste misure, si prevede uno stanziamento di risorse pari a 3.000.000 di euro, dei quali 500.000 per interventi finalizzati all’incentivazione dell’ insediamento nei piccoli comuni montani. Una scelta decisa , tesa ad affermare stabilmente, anche a livello regionale, il riconoscimento dei piccoli comuni quale elemento portante del sistema delle autonomie locali.
Marco Travaglini, consigliere regionale

Presentato il comitato promotore 14 Ottobre del Vco

Il 14 ottobre si avvicina: pertanto su tutto il territorio nazionale si stanno costituendo i comitati promotori provinciali. Nel Vco è’ stato presentato, venerdì scorso 13 luglio, con una conferenza stampa al Chiostro a Verbania, il “Comitato 14 ottobre provinciale”, comitato che lavorerà per promuovere un’ampia e aperta partecipazione ed accompagnare la diffusione del progetto del Partito Democratico, organizzando iniziative di dibattito e d’incontro su tutto il nostro territorio.Il Partito Democratico nasce in questo processo convulso e vitale da due intuizioni: quella dell’Ulivo come incontro delle tradizioni e delle culture riformiste dell’Italia Repubblicana per il Governo del Paese, e quella di dare una risposta alla richiesta di partecipazione politica della società italiana, dando la possibilità il 14 ottobre a tutti i cittadini che lo vorranno di votare direttamente il segretario nazionale e regionale del PD, nonché le due rispettive assemblee congressuali. IL comitato nel Vco è formato da 19 nomi che, oltre a rappresentare i due partiti promotori di questo progetto, vedono la presenza di uomini e donne dell’associazione per il Partito Democratico e dell’area culturale Idea socialista, e persone non legate a nessuno di queste aree politiche. Un comitato con un segnale anche forte di novità e di cambiamento, nella speranza che sia un punto di riferimento per promuovere, con entusiasmo e creatività, la riuscita della giornata del 14 ottobre.

Bevacqua Assunta, 1969 Dipendente Agenzia Entrate Consigliere comunale Vb
Borghi Enrico, 1967 Dirigente Segretario Margherita Vco
Borsotti Franco, 1957 Dipendente Enel Sindaco di Antrona Schieranco
Conti Roberto, 1958 Medico
Daverio Maria Grazia, 1960 Avvocato Ind Ds Omegna
Deambrogi Alice, 1981 Impiegata Coni Consiglio associazione 21 marzo Vb
Ferrari Mauro, 1955 Direttore Ciss Ossola
Furhman Andrea, 1951 Avvocato
Lux Andrea , 1962 Direttore R.A.F. di Premosello C.
Margaroli Giovanni, 1948 Ingegnere Resp Ass. x il PD
Movalli Alberto, 1962 Dipendente Asl 14, Margherita Vb
Nobili Alberto, 1966 Impiegato Ds Segretario Ds Vco
PesceFrancesco, 1964 Consulente di marketing
Ramoni Giacomo, 1935 Pensionato Ass Culturale Idea Socialista
Stefanetti, Feruccio 1942 Pensionato Consigliere comunale di Trasquera
Sulas Paolo, 1963 Impiegato Bancario Margherita Vb
Vanni Giorgio, 1951 Medico Consigliere Comunale
Zanghieri Paolo, 1975 Architetto
Zoppi Massimo, 1972 Architetto Sindaco di Baveno